alito cattivo

Alito cattivo?

Si stima che l’alitosi colpisca 1 persona su 4 a livello globale.

Semplici rimedi casalinghi e cambiamenti nello stile di vita, come una migliore igiene dentale e smettere di fumare , possono spesso rimuovere il problema.

Tuttavia se l’alitosi persiste è opportuno andare a valutare quali possono essere le reali possibili cause.

Cause

Analizziamo quali possono essere le ragioni per cui il nostro organismo produce un alito cattivo:

  • Fumo: i prodotti a base tabacco causano cattivo odore in bocca. Inoltre il fumo aumenta la possibilità di malattie gengivali che possono anche causare l’alitosi.
  • Cattiva igiene dentale: è raccomandato lavare i denti dalle due alle tre volte al giorno così da evitare la formazione di “placca”. Questa, infatti, può irritare le gengive e causare un’infiammazione chiamata parodontite.
  • Farmaci: alcuni farmaci possono ridurre la saliva e, quindi, aumentare i cattivi odori. Altri farmaci possono produrre odori mentre si degradano e rilasciano sostanze chimiche nel respiro.
  • Diete: esistono diete, come quella chetogenica, che possono causare l’alitosi. Questo perché, durante il digiuno controllato, avviene la scomposizione dei grassi che producono sostanze chimiche chiamate chetoni. Questi chetoni sono la vera causa.
  • Problemi gastrici: spesso la maggiora parte delle persone ignora quelli che possono essere definiti disturbi gastrici. Problemi come il reflusso, gastriti, o altre patologie dell’apparato digerente portano alla produzione di alito cattivo dovuta all’azione dei succhi gastrici nella mucosa gastrica.

Sicuramente questo è un problema che crea enorme disagio fino a portare a veri e propri disturbi di ansia.

Trattamento:

L’igiene dentale ed l’utilizzo di prodotti specifici per la pulizia dei denti può sicuramente essere di aiuto.

Questi spesso, putroppo, hanno un’azione solo momentanea.

Esistono, infatti, prodotti naturali efficaci e comodi nell’utilizzo che aiutano a risolvere il problema in maniera permanente e non solo momentanea.

L’alga clorella, ad esempio, è tanto utilizzata per contribuire un sano equilibrio intestinale e aiuta a neutralizzare l’alitosi nel tratto digestivo.

I fermenti lattici sono un ottimo rimedio per riequilibrio del microbiota intestinale e quindi contribuiscono anche loro contro l’alito cattivo.

L’alga spirulina aiuta a rafforzare il sistema immunitario e aiuta contro l’alito cattivo.

L’alito cattivo ti mette a disagio?

Prova AlitosiAlt ®

alitosi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Carrello